quale sarà il futuro del retail? alcuni mantra da seguire nel 2020



Negli ultimi anni si è spesso parlato di “morte del retail”, soprattutto a causa di alcune trasformazioni che hanno avuto un forte impatto all’interno di questo settore. Innanzitutto, l’avvento di Internet e della tecnologia e-commerce ha permesso a chiunque di poter interagire in maniera diretta con brand e prodotti, consentendo di raccogliere informazioni e di acquistare prodotti sul web in modo autonomo; ciò ha portato in seguito alla famosa crisi chiamata “apocalisse del retail”, che ha causato la chiusura di diversi punti di vendita fisici.

Tuttavia, il mondo del retail non si è ancora estinto: è stato però obbligato a modificare la sua value proposition.

I retailer oggi devono rivedere il modello tradizionale di catena del valore, nel quale essi si trovavano al centro del percorso d’acquisto, in favore di un modello completamente nuovo, per riuscire a tenere il passo con questa trasformazione. In riferimento a ciò, quindi, solamente coloro che resteranno aggiornati con i più recenti trend potranno reagire alla sfida in modo originale e dinamico. Così facendo, essi potranno tenere d’occhio e gestire positivamente ciò che potrebbe avere un impatto sul proprio business.

Alcune importanti soluzioni e mantra che hanno giocato un ruolo significativo durante il 2019 e che tutti i retailer dovrebbero considerare a partire dal 2020 possono essere definiti come segue:


Data-driven retail – Anzitutto, i retailer dovrebbero sempre più far riferimento ai dati e alla loro analisi, per capire a fondo ciò che è necessario fare e quali sono le migliori decisioni d’affari da prendere. A causa di una riduzione dei margini e ai costi elevati per gli spazi e il personale di vendita, la loro attenzione dovrebbe essere rivolta all’ottimizzazione di ciò che già possiedono. È essenziale partire da una migliore conoscenza di ciò che si ha ed estrarre valore da questo.


Predire anziché solo realizzare – I retailer sanno che oggi il valore aggiunto che essi possono offrire al cliente risiede nella possibilità di offrire loro un’esperienza d’acquisto personalizzata. Essi devono conoscere a fondo i propri clienti per estrarre valore dai dati raccolti e riuscire a combinare questi dataset personali con l’intelligenza artificiale, grazie alla quale si possono riconoscere le abitudini dei consumatori e predire i loro futuri bisogni e le loro future richieste.


Da un approccio transazionale a un approccio relazionale – I retailer dovrebbero anche saper adattare il proprio modo di relazionarsi con i consumatori. Il tradizionale approccio di tipo transazionale è stato infatti sostituito da uno più moderno, incentrato sulla costruzione, sullo sviluppo e sul mantenimento di una relazione più resistente con le persone. Ciò risulta possibile, ad esempio, attraverso l’implementazione di programmi di fedeltà, che consentono ai retailer di restare connessi coi propri consumatori, di offrire loro gratificazioni istantanee e di raccogliere dati.


Visione d’insieme del cliente e del brand – Un’altra questione a cui i retailer dovrebbero porre attenzione riguarda il fatto che i consumatori hanno ora a disposizione diversi modi attraverso cui interagire con prodotti e brand. Per ogni singolo cliente esistono potenzialmente infiniti touchpoints con i quali entrare in contatto. La nuova visione d’insieme, riferita sia ai clienti che ai brand, richiede che i retailer implementino un approccio omnicanale nel contatto e nella relazione con le persone. Secondo questo modello, tutti i possibili canali sono accessibili alla persona e sono, allo stesso tempo, connessi tra loro. Ciò porta alla visione del retail come di un servizio completo.


Responsabilità sociale d’impresa e sostenibilità – I retailer e le aziende dovrebbero anche dimostrare di saper adottare un comportamento etico e sostenibile. Essi giocano un ruolo importante all’interno della società i cui risiedono e hanno una serie di responsabilità nei suoi confronti. Al fine di evitare un possibile impatto sociale negativo con la propria attività e per impegnarsi realmente nell’aiutare l’ambiente sociale, la sostenibilità dovrebbe essere sincronizzata a tutti i livelli aziendali e comunicata in modo trasparente.


Pagamenti digitali – L’ultimo trend del 2020 da considerare, che si collega all’idea di incrementare un’esperienza positiva del cliente in store, riguarda la possibilità di dare ai consumatori modalità più semplici per pagare. I retailer devono necessariamente integrare l’utilizzo dei pagamenti digitali nelle operazioni di vendita, così da consentire alle persone di pagare con pagamenti contactless, Mobile POS, bonifici bancari online, digital wallet, proximity payment e così via.


Quelle appena viste sono alcune delle maggiori tendenze digitali e innovative a cui i retailer dovrebbero porre la massima attenzione. Per di più, vi sono anche una serie di tentativi di predire che cosa accadrà in futuro. Ad esempio, la nona edizione di ”Hot Consumer Trends” di Ericsson afferma che entro il 2030 entreremo nell’era dell’Internet dei sensi, nella quale sarà possibile stabilire una forte interazione tra le tecnologie digitali più innovative e i nostri cinque sensi.

Come visto, dunque, il mondo sta cambiando rapidamente e ci si aspetta che sopraggiungano altre novità in futuro: aziende, retailer e consumatori dovranno farsi trovare pronti.


Fonti online:

Axepta (2019), Negozio del futuro: come si evolveranno i negozi Retail? Innovazioni 4.0 che migliorano la customer experience per aumentare le vendite, www.axepta.it

Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail (2019), innovazione retail in Italia: i trend per il 2019, www.osservatori.net

Nielsen (2020), AR and VR will drive omnichannel, www.nielsen.com

Nazir S. (2020), Top retail trends to expect in the roaring 2020s, www.retailgazette.co.uk

Ericsson (2020), Hot consumer trends 9th edition, www.ericsson.com

LET'S GET IN TOUCH

we make our best trying to find the best solutions that fit our clients' needs.

now, we would like to find yours

ABOUT US

contact@exero.it

via Elettrochimica 36b, Lecco, Italy

SOCIALS

  • Grey LinkedIn Icon
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

exero s.r.l. | Blend Tower Piazza IV Novembre, 7 | 20124, Milano | Italy | Partita iva  09853920966 | SUBM70N | exerosrl@pec-legal.it